Allenatore Roma, Villas-Boas è il futuro

Allenatore Roma, Villas-Boas è il futuro

mercato roma luis enrique villas boas

Si chiude una porta si apre un portone. Proverbio arcinoto a tutti che in queste ore rimbalza nella mente di due protagonisti del calcio e dei responsabili del mercato Roma. Non sappiamo quale sia la traduzione in spagnolo e in portoghese, ma siamo sicuri che Luis Enrique e André Villas-Boas staranno pensando proprio a questa evenienza. Per lo spagnolo si chiude l’avventura con la Roma, quella del progetto, dei giovani che è collassata su sé stessa al mancato raggiungimento dell’obiettivo Champions. Dall’altra parte della barricata c’è lo Special Two, cacciato dal Chelsea (chissà che smacco vederla in finale…) qualche mesi fa si trova pronto a rimettersi in gioco con l’obiettivo di riabilitarsi.

Qui Roma
La pioggia di erona ha certificato l’addio alle belle speranze di Europa che conta. Luis Enrique ha fallito ed è pronto a rimettere il mandato a fine stagione. Peccato. Il calcio italiano dimostra ancora di essere impaziente, bizzoso e incapace di attendere i frutti del lavoro. Lo spagnolo ha indubbiamente delle colpe, ma è altrettanto vero che alcuni acquisti si sono rivelati inferiori alle attese (soprattutto da centrocampo in giù) e i tifosi non hanno mandato giù qualche sconfita di troppo. Il ds Walter Sabatini ha spiegato ai microfoni la sua posizione: “Questo è un pensiero mio, non è riconducibile a nessuna sua dichiarazione, ma penso che stia pensando all’ipotesi dell’addio: non sentendo il sostegno per se stesso non sente di poterlo trasferire alla squadra e quindi non vuole mettere la Roma, squadra e società, in una situazione di squilibrio. Il prossimo passo della società è quello di confrontarci con Luis Enrique, cercare di capire quali siano le sue reali motivazioni e cercare di convincerlo. Luis Enrique è un ragazzo esageratamente onesto. E’ stato molto orgoglioso di allenare la Roma e lo è anche oggi: deve decidere serenamente, non vogliamo pressarlo oltre misura, perché lui sa quello che è meglio per se stesso e per la sua famiglia. Noi vogliamo che lui rimanga, ma se così non sarà faremo altre scelte: 5 minuti dopo l’ultima partita di campionato cominceremo a progettare il futuro“. Strano modo per confermare un allenatore quello di dire che è pronto ad andarsene.

Futuro Villas-Boas
Comunque sia avevamo già dato conto di un incontro tra Baldini e Villas-Boas per valutare la disponibilità del portoghese a rimettersi in gioco. Si sapeva che l’ex tecnico del Porto era uno dei nomi caldi per la panchina giallorossa dopo il riassetto societario, ma la scorsa estate il solito Abrahmovic aveva pagato la penale con il club di O’Porto e aveva aperto le porte di Stamford Bridge all’ex secondo di Mourinho. I suoi metodi non sono andati giù ai senatori che sentendosi “rottamati” hanno iniziato a trotterellare per il campo, prendendosi nelle ultime settimane una rivincita dopo l’altra. Presto sapremo se la nuova avventura per AVB sarà proprio a Trigoria: da Roman a Roma. Due settimane e il campionato sarà finito e dopodiché sarà di nuovo calciomercato.

577

Segui NanoPress

Gio 03/05/2012 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici

© 2013 Trilud S.p.A. - P.iva: 13059540156 - Tutti i diritti riservati.

NanoPress News, supplemento alla testata giornalistica Tuttogratis.it registrata presso il Tribunale di Milano n°3 314/08