Balotelli: Roberto Mancini difende il suo “Bad Boy”

Balotelli: Roberto Mancini difende il suo “Bad Boy”
  • Commenta
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

Bad Boy Balotelli

Mario Balotelli non ci sta ad essere subito etichettato come “Bad Boy” dalla stampa inglese e si difende già durante la sua presentazione nella sede del Manchester City: “Non sono un bad boy, sono un ragazzo normale, vivace.”

Era da tempo che volevo venire a Manchester, mi dispiace lasciare l’Italia perché li’ ho la famiglia e gli amici, ma per il calcio sono contentissimo di venire qui,” ha continuato Supermario, “Moratti? Se lo vedo per la strada mi piacerebbe offrirgli da bere.

Balotelli era stato al centro dell’attenzione dei tabloid inglesi (che lo avevano soprannominato Mad Mario) già prima di arrivare a Manchester. Ma in sua difesa si schiera anche l’allenatore del City, quel Roberto Mancini che lo ha fortemente voluto e che lo ha lanciato nel calcio che conta quando era il tecnico dell’Inter: “Mario sarà uno dei migliori giocatori del futuro. Per lui è stato difficile lasciare l’Italia e gli stranieri hanno bisogno di 2-3 settimane per capire il calcio inglese, ma lui è bravissimo. Un cattivo ragazzo? Non credo che con 20 angeli potremo vincere la Premier League.

247

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Mar 17/08/2010 da in

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici

© 2013 Trilud S.p.A. - P.iva: 13059540156 - Tutti i diritti riservati.

NanoPress News, supplemento alla testata giornalistica Tuttogratis.it registrata presso il Tribunale di Milano n°3 314/08