Behrami attacca Delio Rossi: bugie su Ljajic

Behrami attacca Delio Rossi: bugie su Ljajic
  • Commenta
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

behrami delio rossi ljajic bugie

Dopo la difesa, praticamenta a oltranza, di tutta la categoria degli allenatori e di gran parte della tifoseria della Fiorentina che ha rinnovato il sostegno a Delio Rossi arrivano dichiarazione che aprono qualche crepa sul conto del tecnico in merito all’ormai nota rissa con Adem Ljajic. Ad attaccare duramente l’ex tecnico viola è Valon Behrami che ha colto l’occasione per togliersi alcuni sassolini dalla scarpa. In sostanza il centrocampista svizzero di origini kossovare accusa Delio Rossi di aver fornito una ricostruzione dei fatti piena di bugie.

AGGIORNAMENTO: sono arrivate anche le dichiarazioni di Ljajic che afferma: “Non ho insultato Delio Rossi, chiedo la prova televisiva. Se lo dimostrano sono pronto a smettere di giocare a calcio“. Il giocatore serbo ricorda i momenti successivi alla rissa: “Mi dicevano: ritorna in spogliatoio. Io, invece, mi sono fermato in panchina perché volevo aiutare i miei compagni facendo quello che potevo, il tifo per loro. Stavo spiegando cosa era successo a qualche compagno di squadra, poi è entrato il mister. Ha buttato per terra la lavagna e ha ripreso a insultarmi. Io ho risposto, Nastasic e De Silvestri mi hanno calmato. Li ringrazio. E ringrazio Gamberini, il capitano, che dopo la vittoria a Lecce ha avuto belle parole per me“.

I fatti
Ritorniamo breveente ai fatti: 31 minuto di Fiorentina-Novara. Viola sotto 0 a 2 e Artemio Franchi che assomiglia sempre di più ad una bolgia. Rossi richiama il fantasista serbo in panchina: Ljajic non approva il cambio e rivolge alcune parole verso il tecnico, applaudendo poi ironicamente alla scelta del tecnico. A quel punto Delio Rossi catta e lo colpisce con schiaffi e pugni. Subito è partita la caccia al labiale di Ljajic e in molti hanno creduto di scorgere offese alla famiglia del tecnico. I presenti in panchina avevano da subito escluso l’evenienza asserendo che Adem non parla praticamente italiano. Rossi, da canto suo, in conferenza stampa aveva di fatto confermato la ricostruzione dichiarando: “Su alcuni punti fermi non transigo sono il rispetto della mia persona, del lavoro, della squadra che alleno e della mia famiglia“.

Le parole di Behrami
Behrami ha ricordato la serata e la tensione della partita: “Contro il Novara stavamo perdendo 2-0 in casa una partita che per noi era importantissima e poteva chiudere la stagione. Il gesto di Ljajic, sbagliato, lo ha fatto esplodere“. Poi l’accusa: “Anche dagli errori più grandi si può uscire da grandi persone. Lui aveva questa possibilità scusandosi il giorno dopo per quanto accaduto. Invece, oltre alle scuse, ha aggiunto altro parlando degli insulti ricevuti da Ljajic. Insulti che Adem giura di non aver mai pronunciato, pur avendo commesso un gesto sbagliato. Inoltre le persone che erano in panchina intorno a loro quelle cose non le hanno sentite: quindi queste dichiarazioni potevano probabilmente essere evitate. In ogni caso, se abbiamo portato una persona come lui ad agire così, significa che in questa stagione abbiamo fatto veramente le cose al contrario. E questa è stata solo l’ultima macchia dell’annata“. La verità dello spogliatoio viola è venuta a galla: a voi il giudizio.

595

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Mer 09/05/2012 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici

© 2013 Trilud S.p.A. - P.iva: 13059540156 - Tutti i diritti riservati.

NanoPress News, supplemento alla testata giornalistica Tuttogratis.it registrata presso il Tribunale di Milano n°3 314/08