Calciomercato Barcellona: Guardiola vuole Fabregas

Calciomercato Barcellona: Guardiola vuole Fabregas

Pep Guardiola allenatore Barcellona

Il pallino dell’allenatore del Barcellona Pep Guardiola per questo mercato estivo rimane senza ombra di dubbio il forte centrocampista spagnolo Cesc Fabregas. Il campione del mondo e d’Europa con la nazionale spagnola è molto apprezzato nell’ambiente blaugrana anche perchè lui è cresciuto nelle giovanili del Barça. Il 23enne playmaker spagnolo titolare dell’Arsenal piaceva molto anche all’ex presidente blaugrana Joan Laporta come anche a quello attuale, Sandro Rosell. Il costo del cartellino di Fabregas secondo Rosell è però troppo alto anche per il Barcellona che nell’ultimo periodo non sta attraversando un buon momento finanziario.

Pep Guardiola a margine del raduno della sua squadra dopo la pausa estiva si è soffermato su Cesc. «Farlo venire a Barcellona – ha affermato l’allenatore – costerà molto. Non sono ottimista nè pessimista. Capisco che abbia un prezzo alto e che Arsene Wenger voglia tenerlo. Cesc – ha proseguito Pep – è un giocatore importante per l’Arsenal, che non vuole trattarlo, anche se noi vogliamo che venga».

Secondo gli ultimi rumor di mercato l’Arsenal avrebbe tolto dal mercato Cesc Fabregas ma Guardiola e Rosell proveranno fino all’ultimo per cercare di strapparlo ai Gunners. Guardiola ha anche parlato del caso Ibrahimovic. L’ex attaccante di Inter e Juventus vorrebbe rimanere nella squadra spagnola, nonostante una stagione non certo esaltante, e il tecnico blaugrana ha asserito che la decisione di rimanere oppure no spetterà solo a lui. Intanto si continua a parlare sui quotidiani sportivi spagnoli di un possibile trasferimento dell’attaccante della nazionale svedese Zlatan Ibrahimovic al Milan o al Manchester City.

330

Fonte | Corriere dello Sport

Segui NanoPress

Lun 19/07/2010 da

Commenta

Ricorda i miei dati

Pubblica commento
Seguici

© 2013 Trilud S.p.A. - P.iva: 13059540156 - Tutti i diritti riservati.

NanoPress, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano n° 314/08