Cesena: esplode la contestazione dei tifosi

Cesena: esplode la contestazione dei tifosi

Cesena nel caos

Sempre più tesa la situazione a Cesena. I tifosi sono sul piede di guerra e ieri, dopo la sconfitta contro l’Udinese, hanno contestato la squadra ma soprattutto allenatore e società. Mister Ficcadenti è nel mirino della tifoseria già da tempo, e ieri la rabbia della curva bianconera è esplosa. All’annuncio delle formazioni e nel momento della sosituzione del migliore in campo Rosina, Ficcadenti è stato fischiato. I tifosi hanno perso la pazienza quando l’Udinese è dilagata con Inler e Di Natale. Alcuni hanno bruciato bandiere, altri hanno lasciato il Manuzzi in anticipo, altri ancora hanno litigato tra di loro.

Al termine della gara i giocatori dell’Udinese, che ha vinto tre a zero, sono usciti tra gli applausi del pubblico romagnolo, provocatori verso la loro squadra. La contestazione si è spostata quindi all’esterno dello stadio, dove un migliaio di tifosi ha contestato Ficcadenti, il presidente Campedelli, il ds Minotti e Colucci. Al capitano non è stato perdonato il gesto fatto a Lecce, quando non ha chiamato la squadra a salutare i cesenati in trasferta.

Non dovrebbe essere a rischio, comunque, Ficcadenti, che dopo la partita ha dichiarato di non voler mollare. Campedelli sembra intenzionato a non cambiare tecnico, nonostante la salvezza si faccia sempre più difficile e serva una svolta.

295

Fonte | ilrestodelcarlino.it

Segui NanoPress

Lun 14/02/2011 da

Commenta

Ricorda i miei dati

Pubblica commento
Seguici

© 2013 Trilud S.p.A. - P.iva: 13059540156 - Tutti i diritti riservati.

NanoPress, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano n° 314/08