Europei nuoto 2012, Pellegrini delude nei 400 sl

Europei nuoto 2012, Pellegrini delude nei 400 sl

europei nuoto 2012 debrecen pellegrini delude 400 stile libero

Federica Pellegrini non ha concesso il tris atteso da tutti agli Europei di nuoto 2012 che si stanno svolgendo a Debrecen in Ungheria. Dopo la medaglia d’oro nella staffetta 4×200 e nei 200 stile libero, la nuotatrice veronese non è riuscite neppure a raggiungere la finale dei 400 stile libero, giungendo addirittura quarta nella batteria. Un campanello d’allarme per la più grande “sirena” italiana di tutti i tempi in vista dell’impegno più importante dell’anno, i Giochi Olimpici di Londra 2012. C’è ancora tempo per sistemare la condizione, ma il test continentale era atteso da tutti per confermare la superiorità schiacciante della Pellegrini. E invece ci sarà da sudare in Inghilterra per portare a casa la doppia medaglia.

La gara
L’avvio piuttosto lento non aveva preoccupato più di tanto gli osservatori visto che Federica, allo stesso modo che sulla distanza dei 200 metri, è solita iniziare una progressione nella seconda parte di gara. Il cambio di marcia non è arrivato e la Pellegrini è rimasta a centro gruppo chiudendo addirittura in quarta posizione. Forse solo una giornata no, ma coincisa con un momento fondamentale nell’avvicinamento alle Olimpiadi. Federica è apparsa sorpresa più che delusa e le sue dichiarazioni post gara riflettono in pieno il suo stado d’animo: “Ero stanca, non ne avevo più. Ma anche incredula: ero stanca ma non mi spiego perché. Non vorrei avere qualche problema di salute perchè non mi sono mai sentita così male. Ansia? No assolutamente, non è niente che si possa attribuire all’ansia. Semplicemente non ne avevo più di così. Ora farò gli esami del caso, magari non c’è niente è solo stanchezza, ma così forte è cosa rara“. Anche il tecnico Claudio Rossetto non trova giustificazione alla brutta prestazione: “Non riesco a giudicare una prestazione del genere, non era la vera Pellegrini“.

Luca Marin stessa sorte
Anche l’ex amore di Federica Pellegrini, Luca Marin, vive una giornata deludente. Accreditato del terzo miglior tempo per la finale dei 400 misti il nuotatore non va oltre il quinto posto finale. A vincere l’eroe di casa Lazlo Cseh. Per giunta il siciliano non ha neppure strappato il pass per Londra dato che il suo tempo è stato più alto del limite. Ora ultima chance al Sette Colli di Roma altrimenti Marin dovrà dire addio ai Giochi. Bene invece le staffette miste, sia maschili che femminili, che conquistano la finale e in particolare quella dei ragazzi potrebbe veramente far spettacolo dato che in finale schiererà Magnini, Scozzoli, Rivolta e Di Tora tutti a medaglia nella manifestazione nelle rispettive specialità.

Aggiornamento
E in effetti è stato proprio così: i nostri ragazzi della 4×100 mista maschile si sono portati a casa l’oro facendo segnare anche il record italiano!. Gli azzurri hanno vinto in 3’32″80 battendo la Germania (3’34″41) e l”Ungheria (3’34″57). Le gioie non finiscono qua. Le ragazze hanno conquistato una splendida medaglia d’argento dopo il 7° tempo di qualificazione cedendo il passo solo al 3’58″43 della Germania. Arianna Barbieri, Chiara Boggiatto, Ilaria Bianchi e Alice Mizzau hanno fatto segnare un tempo di 4’01″92, nuovo record italiano.

614

Segui NanoPress

Dom 27/05/2012 da in .

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici

© 2013 Trilud S.p.A. - P.iva: 13059540156 - Tutti i diritti riservati.

NanoPress, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano n° 314/08