Italia-Germania: 2-1, Super Mario Balotelli ci porta in finale. Le pagelle degli azzurri

Italia-Germania: 2-1, Super Mario Balotelli ci porta in finale. Le pagelle degli azzurri
  • Commenta
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

Italia-Germania, Balotelli trascina gli azzurri in finale

Un sogno! Gli azzurri spiegano calcio agli uomini di Low che arrivavano all’appuntamento favoritissimi, come sempre. Italia-Germania: 2-1, Super Mario Balotelli ci porta in finale dove ci aspetta la Spagna, ma siamo noi ad arrivarci col gioco, con i gol, con lo spettacolo. Tutto nel primo tempo: Balotelli capitalizza gli assist di Cassano e Montolivo, mentre la Mannschaft non ne azzecca una e spera solo con Ozil che segna su un rigore inesistente al 92°. Domenica giocheremo contro i campioni d’Europa e nel Mondo, ma col rispetto di tutti e questa è una piacevole novità. Grazie Prandelli!

  • Italia-Germania
  • Italia-Germania, delusione dei tedeschi
  • Italia-Germania, delusione dei tedeschi (2)
  • Italia-Germania, delusione dei tedeschi (3)

Il primo tempo

italia germania 2 1 balotelli gol 2 0

Sorprese nell’immediata vigilia della partita: Low si copre con Kroos al posto di Muller, mentre Prandelli non rischia Abate e schiera Balzaretti sulla corsia di destra con Chiellini a sinistra. La partenza è appannaggio dei tedeschi che subiscono il possesso di palla azzurro, ma quando riescono a distendersi fanno male: Hummels al 5° su un’indecisione di Buffon, una discesa di Boateng al 11° e un bel tiro di Kroos al 12° fanno vedere subito il meglio del loro repertorio. La risposta italiana passa dai tiri da fuori di Montolivo e Cassano che trovano Neuer pronto all’intervento. L’equilibrio si spezza al 20°: magia di Cassano sulla fascia sinistra che crossa al centro dove Balotelli ridicolizza Badstuber. 1 a 0 e Mario diventa Super Mario!!! La reazione tedesca è vivida, ma è fatta soprattutto di cross per Gomez che non impensieriscono la difesa azzurra. L’occasione migliore è al 33° con Podolski su cui salva alla grandissima Balzaretti. Un minuto dopo è Montolivo è a sprecare solo davanti a Neuer, ma col sinistro non se la sente di sparare. Khedira chiama Buffon all’intervento, ma è ancora l’Italia a fare malissimo. Germania scoperta, lancio di Montolivo dalle retrovie per Balotelli che spara all’incrocio e fa 2 a 0 al 37°. Tripudio azzurro a Varsavia con Mario che esulta togliendosi la maglia: ammonizione inevitabile, gioia comprensibile. La Mannschaft è di sale: l’undici di Prandelli gestisce palla con grande facilità e arriva senza complicazione al 45°. Italia perfetta e bella come non mai. La Spagna ci aspetta in finale.

Il secondo tempo
Low corre ai ripari: Klose e Reus in campo al posto dei deludenti Gomez e Podolski. La Germania carica e gli azzurri soffrono: Reus e Lahm trovano la conclusione dopo un lungo possesso palla. Cassano scende molto per innescare il nostro contropiede e quasi arriva il terzo gol al 50°. Proprio Fantantonio lascia il posto a Diamanti al 56°. Il bello di questa Italia è che esce dall’area palla a piede: un’azione “alla mano” porta ancora Balotelli al tiro. Al 60° punizione pericolosa per la Germania: Reus chiama Buffon al miracolo con la palla che tocca la traversa. Il nostro ct mette anche Thiago Motta al posto di un ottimo Montolivo: l’intento è semplice, tenere palla per evitare l’assedio. Al 67° andiamo ancora vicino al terzo gol: Pirlo per Marchisio che serve di spalla Diamanti, il triangolo si chiude e il giocatore della Juventus sfiora il palo. Un minuto dopo Balotelli è costretto al cambio per crampi: niente di grave, ma tocca a Di Natale. I fischi durante la sua uscita dimostrano quanto male ha fatto la punta del Manchester City. Low inserisce anche Muller al posto di Boateng rischiando il tutto per tutto. Gli spazi aumentano e Marchisio si mangia un gol clamoroso dopo una geniale apertura di Andrea Pirlo. Gli azzurri sono perfetti: subiscono poco e ripartono affidandosi al genio del nostro regista. Ogni volta che ripartiamo son dolori per i tedeschi. Di Natale spreca il 3 a 0 all’82°. Nel finale è assedio teutonico e Lannoy si inventa un rigore per fallo di mano di Balzaretti: Ozil trasforma, ma è troppo tardi. In finale ci andiamo noi, come sempre ci viene da dire!

italia germania 2 1 ozil rigore

Le pagelle degli azzurri

italia germania 2 1 finale contro spagna

Buffon 7,5: sempre eccezionale. Dopo il primo tentennamento prende per mano la difesa e porta le sue manone a togliere la palla dallo specchio su Khedira e Reus. Esce arrabbiatissimo, ma è un bel segno per la finale. Non vogliamo smettere di stupire.

Chiellini 6,5: si vede che non è al meglio, ma è eroico in fase difensiva e non si lascia irretire dalle puntate di Kroos prima e di Reus poi. Domenica potrebbe replicare in quella zona con la sua tenacia.

Balzaretti 7,5: adattato a destra fa un partitone. Si fa vedere davanti e brilla in perfette diagonali difensive. E’ la sorpresa dell’Europeo come fu Grosso nel 2006. E’ la consacrazione di un giocatore normale.

Barzagli 7,5: annulla Gomez nel primo tempo, limita Klose nel secondo. Il suo recupero è stato fondamentale nell’economia del gioco dell’Italia. Prandelli ha visto giusto ad aspettarlo.

Bonucci 7: forma una gran coppia con Barzagli. Si merita mezzo punto in meno perché meno preciso del compagno di squadra, ma merita assolutamente la conferma in finale al centro della nostra difesa.

Pirlo 9: sembra veramente un direttore d’orchestra. La transizione alla fase offensiva arriva con tempi che sfiorano la perfezione. Non sbaglia un pallone e ci lascia rifiatare con i suoi ricami.

Marchisio 7,5: l’uomo in più del centrocampo. Recupera palloni, si propone in avanti e sfiora due volte il gol con le sue splendide incursioni. Polmoni inesauribili e piedi ottimi.

De Rossi 9: sembra abbia il magnete al piede. Contrasti eccezionali che annullano Schweinsteiger, Khedira e Ozil togliendo profondità alle loro giocate. Stanchissimo, ma non conta niente in vista della finale.

Montolivo 7,5: altra grandissima partita del neo giocatore del Milan. Che si traveste da trequartista per rallentare le ripartenze tedesche. Il gioiello è l’assist per il 2 a 0 di Balotelli.

Cassano 8: chi si chiedeva perché Prandelli punta tutto su di lui ha avuto le risposte al 20° del primo tempo. Dribbling in un fazzoletto che fa fuori mezza difesa tedesca e palla dolce per Mario.

Balotelli 10: è lui l’uomo di questa notte di Varsavia. Tutte le chiacchiere spazzate via dalla sua doppietta. Speriamo sia la notte della consacrazione, quella che gli permetterà di capire che può diventare letale se al servizio della squadra.

Diamanti 6,5: è un peperino, ma non precisissimo. Serve ad alzare la squadra nel finale, ma manca il colpo del K.O. quello che ci avrebbe dato la sicurezza. E’ entrato nelle rotazioni di Prandelli con merito e si vedrà anche contro la Spagna.

Thiago Motta 6: entra nel finale e ci mette il fosforo e la grinta giusta. Fa capire che non ha sofferto il sorpasso di Montolivo: tutti remano nella stessa direzione.

Di Natale 6: peccato perché poteva chiudere a doppia mandata la semifinale, ma si è fatto trovare un paio di volte di troppo in fuorigioco, forse per la troppa voglia di esserci anche lui nel tabellino finale.

1478

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Gio 28/06/2012 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici

© 2013 Trilud S.p.A. - P.iva: 13059540156 - Tutti i diritti riservati.

NanoPress News, supplemento alla testata giornalistica Tuttogratis.it registrata presso il Tribunale di Milano n°3 314/08