Milan-Genoa, brividi a San Siro

Milan-Genoa, brividi a San Siro

milan genoa serie a 2012

E’ aprile inoltrato, ma a San Siro ci sarà una partita da brividi: Milan-Genoa è un match crocevia fondamentale per due storie che hanno un finale completamente diverso. I rossoneri cercheranno di mantenere il passo nella corsa scudetto con la Juventus; dall’altra parte il Grifone cerca punti per scacciare l’incubo retrocessione che in queste settimane ha preso le insegne del Lecce di Cosmi. Malesani ha portato a casa 2 punti in 2 partite, ma soprattutto mercoledì contro il Novara ci si aspettava tre punti a Marassi per andare in trasferta a Milano con una dose di tranquillità maggiore. Non è andata così e sarà una battaglia a San Siro: il Milan di Allegri incerottato contro l’apatico e abbacchiato Genoa di Malesani.

I precedenti
Il bilancio passato è nettamente a favore dei rossoneri: in 44 partite, 28 vittorie, 4 sconfitte e 12 pareggi. L’ultimo successo del Grifone a Milano risale al 25 maggio 1958 quando il Genoa vinse addirittura 5-1. La gara del girono d’andata al Marassi finì 0-2 per il Milan per le reti di Zlatan Ibrahimovic e Antonio Nocerino. I rossoblu non vincono in Serie A dal 5 febbraio: da quel momento 4 sconfitte e 6 pareggi subendo sempre una rete ad eccezione del match contro la Juventus finito 0 a 0. A questo dato si attaccano i tifosi rossoblu: con le grandi il Genoa si trasforma. Il Milan invece ha ripreso a vincere contro il Chievo chiudendo la striscia negativa aperta col pareggio di Catania e continuata con la sconfitta casalinga contro la Fiorentina.

I commenti
La vigilia ha vissuto soprattutto dello scontro verbale tra Allegri e Conte che perseverano nel loro botta e risposta dai micronfoni delle rispettive conferenze stampa: “Il Milan sta facendo un’ottima stagione, di fronte c’è una Juve che sta facendo benissimo e il gol di Muntari pesa in maniera devastante fino a questo momento. Il resto, anche il gol di Robinho a Catania, conta relativamente. Ora un po’ di stanchezza c’è, ma lo scudetto lo vinciamo noi. Anche la proprietà ci crede“, aveva detto solo ieri Massimiliano Allegri. La risposta di Antonio Conte non si è fatta attendere: “Il gol di Muntari? Dopo Parma noi abbiamo sollevato un problema, ci hanno detto di stare zitti e non abbiamo più fiatato. Adesso ogni tre giorni sento parlare sempre gli altri e dire le stesse cose. Questo argomento mi sta affaticando, mi annoio. Però il calcio è così. Noi siamo andati avanti. Se penso che il nostro primato in classifica sia meritato? Una settimana fa lo stesso Allegri ha detto che se la Juve fosse arrivata davanti al Milan l’avrebbe applaudita, ha cambiato idea per caso? Ci vuole equilibrio, dobbiamo essere credibili“.

Le probabili formazioni
Milan (4-3-1-2): Abbiati; Bonera, Nesta, Yepes, Antonini; Nocerino, Van Bommel, Muntari; Seedorf; Ibrahimovic, Robinho. Allenatore: Allegri. A disposizione: Amelia, De Sciglio, Mexès, Aquilani, Emanuelson, Maxi Lopez, Cassano

Genoa (4-4-2): S. Frey; Mesto, Carvalho, Granqvist, Alhassan; M. Rossi, Veloso, Biondini, Sculli; Zé Eduardo, Palacio. Allenatore: Malesani. A disposizione: Lupatelli, Kaladze, Kucka, Birsa, Jankovic, Jorquera, Gilardino

596

Segui NanoPress

Sab 14/04/2012 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici

© 2013 Trilud S.p.A. - P.iva: 13059540156 - Tutti i diritti riservati.

NanoPress, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano n° 314/08