Mondiali Atletica, Bolt falsa partenza

Mondiali Atletica, Bolt falsa partenza

Usain Bolt era l’atleta più atteso della finale dei 100 metri maschili ai Mondiali di Atletica di Daegu, ma questa volta l’esuberanza gli ha giocato un cattivo tiro ed è incappato in una grave ingenuità: doppia falsa partenza e squalifica inevitabile. Nello stadio ammutolito è passata quasi inosservata la vittoria del connazionale di Bolt Yohan Blake davanti a Walter Dix e Kim Collins. Prima dello start il solito show di Usain che catalizza l’attenzione con il suo modo spregiudicato di affrontare la pressione. Stavolta però qualcosa non ha funzionato e lo show è diventato gogna, con il velocista giamaicano che si è portato la maglietta sul volto come per coprirsi dagli sguardi.

Il vincitore Yohan Blake, ero inaspettato per la sua nazionale, ha dichiarato alla stampa: “È una sensazione meravigliosa. Sono dispiaciuto per quanto gli è successo. Ho dovuto ritrovare la concentrazione ed essere bravo dopo la falsa partenza. Ora però penserò a divertirmi, sono campione del mondo, non ho più parole”. Il tempo non è stato eccelso, 9″92, e così ha trovato il bronzo anche un vecchio leone come Kim Collins che a trentacinque anni si toglie una bella soddisfazione dopo l’oro di otto anni fa a Parigi. Quarto il francesino Chirstophe Lemaitre che con 10″14 va vicino ad un podio che sarebbe stato storico.

Nei 10.000 metri maschili vittoria thrilling di Ibrahim Jeilan su Mo Farah, che sembrava lanciatissimo verso l’oro salvo piantarsi negli ultimi 150 metri. Lontano l’atteso etiope Kenenisa Bekele: il tre volte campione del mondo tornava alle gare dopo due anni vuoti e non ho saputo tenere il ritmo. Dodicesimo l’italiano Daniele Meucci. Nella 20 km di marcia nono posto per Alex Schwarzer, soddisfatto però della prova su una distanza non sua: lo sguardo è già sulla 50 km delle Olimpiadi di Londra 2012.

347

Segui NanoPress

Dom 28/08/2011 da in .

Commenta

Ricorda i miei dati

Pubblica commento
Seguici

© 2013 Trilud S.p.A. - P.iva: 13059540156 - Tutti i diritti riservati.

NanoPress, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano n° 314/08