Palermo, Zamparini si pente amaramente

Palermo, Zamparini si pente amaramente

zamparini

La filosofia che lo ha sempre contraddistinto comincia ad andargli stretta. Maurizio Zamparini sta pagando a caro prezzo sulla propria pelle la sfilza di esoneri e la scarsa fiducia che ha sempre riservato agli allenatori di scena al Barbera. Il chiodo schiaccia chiodo, sinora un must del modus operandi del numero uno rosanero non sta dando i risultati sperati, al contrario, secondo lo stesso patron del Palermo si è rivelato un errore di dimensioni madornali.

Zamparini riprenderebbe Pioli
A distanza di due giorni dalla pesante sconfitta casalinga contro la Roma a bottino pieno grazie alla rete in apertura di Borini, Zamparini recita un doloroso e consapevole mea culpa pubblico, quasi a voler confessare alcune sviste che hanno frenato il Palermo in campionato e rischiano di compromettere gli obiettivi di stagione. La classifica non è disastrosa, i siciliani a 34 punti navigano al centro della classifica ma oltre alla resa contro i giallorossi, Zamparini si trova a far fronte ai cocenti ko contro Milan e Siena. “Mi sto mangiando il secondo testicolo. Il primo l’ho già mangiato” -ha detto in senso figurativo e diretto il patron siculo facendo riferimento all’esonero lampo di Stefano Pioli. Tornasse indietro terrebbe con sè l’allenatore emiliano che ha resistito al Barbera da giugno ad agosto dell’anno scorso, un allontanamento quasi da record prima che la stagione agonistica iniziasse.

Luis Enrique nel futuro
Pioli ha risposto con i fatti e al Dall’Ara di Bologna, ingaggiato al posto di Bisoli, sta facendo molto bene. “Sono preoccupato per la situazione psicologica ma Mutti non rischia. L’arbitraggio di Siena ci ha massacrato e distrutto” – ha proseguito Zamparini analizzando la situazione attuale dei rosanero. L’obiettivo è centrare la salvezza il prima possibile, poi magari si potrà pensare ad un piazzamento in Europa League ma di questo passo è diventato tutto maledettamente complicato: “L’arbitraggio di Siena ci ha distrutto e non ci siamo ancora rialzati. Abbiamo espulsioni e tanti infortunati che ci hanno costretto a fare a meno di giocatori importanti. Ora andiamo a Lecce a combattere. Dobbiamo arrivare al più presto a 40 punti per dare spazio ai giovani della rosa. Penso che Mutti rimanga fino a fine anno tranquillamente” – ha spiegato Zamparini a Radio Anch’io lo Sport. Infine un appello a Luis Enrique: “Avrà bisogno di almeno 3 anni, ma io lo vorrei con me”.

472

Segui NanoPress

Lun 12/03/2012 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici

© 2013 Trilud S.p.A. - P.iva: 13059540156 - Tutti i diritti riservati.

NanoPress News, supplemento alla testata giornalistica Tuttogratis.it registrata presso il Tribunale di Milano n°3 314/08