Roland Garros 2012, Sara Errani si inchina a Maria Sharapova

Roland Garros 2012, Sara Errani si inchina a Maria Sharapova

TENNIS FRA OPEN ROLAND GARROS WOMEN

Sara Errani non ce l’ha fatta e ha dovuto inchinarsi alla regina del tennis femminile Maria Sharapova che conquista il Roland Garros 2012 (primo in carriera e ultimo slam che le mancava) con il punteggio di 6-3 6-2. La ragazza arrivata a Parigi senza nessuna pretesa ha emozionato anche nell’atto finale davanti ad un’avversaria nettamente superiore. La Errani se ne va però con un bottino eccezionale: secondo posto nel singolare femminile e la vittoria nel doppio con Robertina Vinci: chapeau!

La finale contro la Sharapova
La partenza di Sara Errani è terribile: colpi poco profondi e prima di servizio poco ficcante sono condizioni che aprono le porte ad una Sharapova potente e praticamente perfetta per i primi quattro game. Sul 4-0 Sarita si sveglia e inizia a sfruttare il suo gioco fatto di recuperi spettacolari e improvvise smorzate. La russa gli dà una mano con diversi doppi falli che riportano la tennista di Massa Lombarda in partita con il primo controbreak. Finalmente la Errani tiene anche il servizio, ma non riesce più a impensierire l’algida Maria che chiude in 36 minuti sul 6-3. La voglia di Sarita è tanta, ma la potenza della Sharapova rende vani tutti i tentativi. Nel secondo set subito un break per la nuova numero 1 del mondo che rischia immediatamente di cedere il servizio subendo le splendide stop-volley della Errani. Il servizio salva la russa che si porta sul 2-0. Il terzo game si ricorda per lo scambio del match: la Errani tira fuori un lob che fa spellare al Phlippe Chatrier prima di chiudere con uno smash. La gara però è a senso unico e la cattiveria agonistica della Errani non riesce, da sola, a fare il solito miracolo. La fotografia del match sono le palle match annullate dalla beniamina tricolore che gioca con la massima grinta anche nel momento della sconfitta.

Gli ottavi contro la Kuznetsova
Straordinaria impresa della nostra Sara Errani al Roland Garros 2012. Sarita ha battuto Svetlana Kuznetsova 6-0 7-5 e vola ai quarti di finale del più importante torneo su terra rossa con una prestazione strepitosa. Nei 4 precedenti la russa aveva sempre dominato in lungo e in largo grazie alla sua potenza, ma oggi la forma fisica eccelsa della nostra tennista ha fatto la differenza. La Errani non può vantare la forza delle Williams, della Sharapova o della Li, ma ha letteralmente la dinamite nelle gambe: gli scambi si allungano a dismisura e le avversarie sbagliano attanagliate dalla fatica. Al prossimo turno la Errani affronterà la tedesca Kerber.
Sara Errani è l’ultima italiana rimasta nel tabellone femminile dopo le uscite premature di Flavia Pennetta e Francesca Schiavone. La campionessa di Parigi del 2010, e finalista 2011, si è arresa ieri alla Lepchenko per 6-3, 3-6, 6-8. Sarita è entrata in campo con una cattiveria agonistica incredibile è ha vinto 8 games di fila portandosi sul risultato di 6-0 2-0. La Kuznetsova è entrata in partita solo al terzo game del secondo set, asfissiata dal gioco pressante della ravennate. Poi il rovescio della russa ha iniziato a fare male e per la Errani è iniziata la sofferenza. Subìti due break l’italiana si è trovata sul 3-5 a servire per rimanere nel set. La resistenza di Sara è stata fondamentale perché il crollo fisico della Kuznetosova è arrivato puntuale: 4 games di fila e porta dei quarti aperta. Ad attenderla la tesca Kerber che si è sbarazzata della croata Petra Martic con il punteggio di 6-3 7-5. Per la Errani è il secondo quarto in un torneo del Grande Slam dopo quelli raggiunti a inizio anno agli Australian Open.

I quarti contro la Kerber
Sara Errani ha battuto la numero 10 del mondo Anquelique Kerber con il punteggio di 6-3 7-6(2) raggiungendo così le semifinali del Roland Garros 2012. L’italiana ha compiuto l’ennesima impresa sovvertendo tutti i pronostici e continua nella sua scalata che la porterà, almeno virtualmente, al 14esimo posto della classifica Wta dalla prossima settimana, al termine del torneo parigino. Sarita continua imperterrita con il suo tennis “di resistenza” portando le avversarie a sbagliare inevitabilmente grazie ad una forma fisica davvero eccelsa.
La partenza della Errani è al fulmicotone. La Kerber non riesce praticamente a giocare e la nostra interprete riesce a salire agevolmente fino al 3 a 1 brekkando subito la tedesca alla prima occasione. A quel punto anche il gioco della numero 10 sale d’intensità, ma Sarita è perfetta nel trarsi fuori d’impaccio sul 3-2 con un paio di giocate che fanno spellare le mani al pubblico del Suzanne Lenglen. Controllata la reazione dell’avversaria l’italiana chiude facilmente il primo set sul 6-3. Nel secondo regna maggiormente l’equilibrio e la Kerber dimostra mentalmente di essere ancora in partita. La Errani soffre per tutto il set la tedesca che scappa per ben 3 volte con il break, ma subisce sempre il ritorno di Sarita che dopo aver annullato due palle set porta il match al tie break. E lì l’aspetto psicologico diviene preminente come nel match dei quarti contro la Kuznetsova: la Kerber si affloscia e dopo un’ora e 39 minuti alza bandiera bianca. In semifinale la Errani si troverà davanti Samantha Stosur che ha battuto 6-4 6-1 la slovacca Dominika Cibulkova, sorpresa del torneo fino a questo momento. L’australiana è una conoscenza del tennis italiano visto che è stata l’avversaria della Schiavone nella trionfale finale del Roland Garros 2010: la speranza è che il risultato sia lo stesso di due anni fa.

La semifinale contro la Stosor
Sara Errani è in finale nel Roland Garros 2012. La ravennate ha battuto l’australiana Samatha Stosur, numero 6 del mondo, con il punteggio di 5-7, 6-2, 3-6. E’ la terza finale consecutiva per un’italiana nel più importante torneo su terra rossa dopo le due di Francesca Schiavone. La nostra portacolori sarà protagonista anche della finale del doppio con la compagna Roberta Vinci. Era successo solo a Mary Pierce che nel 2000 fece doppietta. Speriamo sia di buon auspicio. In finale la Errani incontrerà Maria Sharapova che ha battuto Petra Kvitova con il punteggio di 6-3 6-3 e da lunedì sarà la nuova numero 1 del ranking mondiale indipendentemente della finale.
La partenza non è quella sperata: la Stosur picchia forte con il dritto e vola subito sul 2-0. Fortunatamente per la Errani il terzo game è tragico per l’australiana che si fa controbreccare senza far punti. A quel punto il set si equilibria fino al 5-5 quando Sarita trova la forza per violare il servizio della numero 6 del mondo e volare alla vittoria del primo set per 5-7. La seconda parte di gara è completamente appannaggio di Samantha Stosur che marcia facilmente fin sul 5-0 riuscendo spingere con la sua potenza. L’Errani rialza la testa nel finale, ma è troppo tardi: si chiude 6-2 per l’australiana. Il terzo set parte benissimo per la ravennate che brecca nel secondo game e si porta sul 3-0. Sembra fatta, ma la Stosur si affida al suo servizio per abbattere la resistenza dell’italiana riuscendo a controbreccare nel 5 game e riporandosi in parità. L’ottavo game è fondamentale: la Stosur sbaglia tutto soffrendo i recuperi prodigiosi della nostra tennista e cede il servizio. La Errani va a servire per la finale e chiude a 0 tra gli applausi del Philippe Chatrier e le sue lacrime di commozione.

1405

Segui NanoPress

Sab 09/06/2012 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici

© 2013 Trilud S.p.A. - P.iva: 13059540156 - Tutti i diritti riservati.

NanoPress, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano n° 314/08