Sei Nazioni 2012, flop Italia Brunel non dispera

Sei Nazioni 2012, flop Italia Brunel non dispera

galles-italia

Quarta uscita e quarta sconfitta. Il cammino degli azzurri al Sei Nazioni 2012 non si può dire certo che stia riservando sorprese positive e mai come nella manifestazione della palla ovale più sentita del vecchio continente a livello di nazionali, l’Italrugby ha solcato il ritardo con gli altri prestigiosi e più blasonati quindici. All’ultimo Mondiale neo zelandese avevamo apprezzato qualcosa in più del semplice cuore oltre l’ostacolo, l’Italia aveva dato fastidio a nazionali di tutti rispetto, la musica sembra essere cambiata e non ha tutti i torti chi sostiene che il XV di Brunel abbia compiuto qualche passo indietro.

Brunel non fa drammi
“A parte i secondi 40′ contro l’Irlanda direi che non è male. Ora sabato prossimo all’Olimpico contro la Scozia dobbiamo dare il meglio, dobbiamo dare il meglio di tutto quello che abbiamo fatto finora, una sorta di sintesi, per chiudere al meglio questo torneo” – ha detto il ct Brunel tracciano un bilancio del Sei Nazioni fin quì disputato. Secondo il tecnico francese, l’Italia ha toccato il fondo nel secondo tempo contro l’Irlanda a Dublino, il peggiore mai giocato, mentre contro i Dragoni gallesi nonostante il pesante passivo ha fatto intravedere qualcosa di buono, ma è sempre troppo poco.

Scozia ko in Irlanda
“E’ stata una partita molto dura ma abbiamo affrontato una squadra che gioca benissimo. Sono orgoglioso di come abbiamo difeso e per i tanti palloni recuperati nei nostri ventidue metri” – il commento di capitan Sergio Parisse dopo la disfatta a Cardiff. All’Italia non resta che rimboccarsi le maniche e cercare la vittoria nell’ultima giornata quando se la vedrà a Roma contro la Scozia il 17 marzo, altrimenti si materializzerà l’incubo più nero, il cucchiaio di legno a dimostrazione di un Sei Nazioni da archiviare in fretta. Nell’altra gara in programma nella quarta giornata, nessun problema per l’Irlanda nel secondo match della quarta giornata del Sei Nazioni di rugby. La squadra di Kidney ha battuto per 32-14 (22-14 il parziale dopo il primo tempo) la Scozia. Per i padroni di casa in meta: Best, Reddan, Trimble e Fadden. Per gli ospiti invece l’unica meta la mette a segno Gray a tre minuti dalla fine della prima frazione.

449

Segui NanoPress

Dom 11/03/2012 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici

© 2013 Trilud S.p.A. - P.iva: 13059540156 - Tutti i diritti riservati.

NanoPress News, supplemento alla testata giornalistica Tuttogratis.it registrata presso il Tribunale di Milano n°3 314/08