Serbia-Italia, Cassano e Rossi in campo

Serbia-Italia, Cassano e Rossi in campo

serbia italia cassano rossi

Saranno ancora Antonio Cassano e Giuseppe Rossi a formare la linea d’attacco dell’Italia che affronterà domani sera la Serbia. Questo è l’esito della rifinitura svolta questa mattina sul campo del Centro tecnico di Coverciano. Pepito aveva accusato un po’ di problemi all’arrivo in ritiro, ma già ieri le sue condizioni erano sembrate in risalita e oggi è arrivata la conferma sul campo dove i due hanno fatto parte dell’undici titolare.

Troppi problemi in attacco per potersi affidare a esperimenti. Osvaldo è arrivato solo ieri e andrà direttamente in panchina viste le defezioni di Pazzini e Balotelli. L’undici italiano ricalcherà quello delle ultime uscite, ma più per delle scelte obbligate che per una ricerca di continuità. Prandelli persevera con il centrocampo qualità dove prenderanno posto Pirlo (confermatissimo), De Rossi e Marchisio a protezione del numero 10 e Montolivo nelle vesti di trequartista sui generis come già provato con successo contro la Spagna (dove il gigliato segnò la prima rete azzurra).

E’ presumibile che Rossi (recuperato, ma non al meglio) sia protagonista di una staffetta con Sebastan Giovinco, probabilmente il giocatore più in forma di questa Serie A e desideroso di mettersi in luce anche in azzurro. In difesa, come avevamo annunciato ieri, sono in deciso ascesa le quotazione di Barzagli al centro. Il compagno di reparto sarà Astori o Bonucci con quest’ultimo leggermente avvantaggiato. Chiellini andrà a sinistra (come visto domenica contro il Milan) e a destra Maggio, che viene da ottime prestazioni con in Napoli.

336

Segui NanoPress

Gio 06/10/2011 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici

© 2013 Trilud S.p.A. - P.iva: 13059540156 - Tutti i diritti riservati.

NanoPress, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano n° 314/08