Tennis, Wimbledon dice no alle vuvuzelas

Tennis, Wimbledon dice no alle vuvuzelas

Wimbledon mette al bando le vuvuzelas

Le famigerate e da molti odiate trombette ad aria, colorate e fragorose che stanno animando le gare al Mondiale sudafricano, con una scia di polemiche da parte di tecnici, nazionali e spettatori esasperati dal rumore, sono state bandite dal gioco del tennis, in vista dell’atteso torneo londinese, il terzo del Grande Slam, a Wimbledon.

Le vuvuzelas, uno dei simboli più significativi della 19esima edizione della rassegna calcistica, è stato reso noto dall’organizzazione tennistica, resteranno fuori dai campi a cominciare da Wimbledon, torneo che viene preceduto, come vuole la tradizione, dagli Open di Australia e da quelli parigini, meglio conosciuti come Roland Garros e seguito dagli US Open. “Il nostro regolamento prevede numerosi divieti, incluse trombette, sonagli e da quest’anno anche le vuvuzelas. Chiediamo a tutti gli spettatori di non portarle” – così i severi organizzatori del torneo, che cercano di scongiurare la presenza delle vuvuzelas, già presenti ed in vendita negli stores britannici.

192

Segui NanoPress

Gio 17/06/2010 da in .

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici

© 2013 Trilud S.p.A. - P.iva: 13059540156 - Tutti i diritti riservati.

NanoPress, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano n° 314/08